in progess

[backstage] dalla serie FLEX 2019/2020

foto: Gioia Capristo

La pittura è per me l’unione degli opposti: è rigore e libertà allo stesso tempo. Forse è proprio la ricerca della libertà nel rigore più assoluto. Nell’insegnare a dipingere scopro tantissime cose: il punto di partenza è sempre l’osservazione della realtà. Ci si esercita a copiare dal vero i soggetti più disparati, ad osservare i volumi, i colori, il rapporto con lo spazio. Ed è da quell’esercizio che può emergere al soggettività, da quella realtà specifica si può astrarre. 22.04.20 G.G.